Home / Tecnologia / Dispositivi / Ho ricevuto il decoder TIMVision senza averlo mai richiesto

Ho ricevuto il decoder TIMVision senza averlo mai richiesto

Sono giunte molte segnalazioni in redazione di casi molto simili tra loro, riguardanti persone che avevano sottoscritto un contratto Internet con TIM e si sono visti recapitare un decoder TIMVision senza che avessero esplicitamente chiesto il suo invio. Facciamo chiarezza.

Quando si sottoscrive un piano Internet o Internet + Voce con fibra TIM (non più Telecom Italia), viene attivato un servizio chiamato TIMVision che è una sorta di Netflix, ovvero un provider di contenuti multimediali in streaming come film e serie TV. Questo servizio ha un suo valore che non stiamo qui a recensire, ma è sicuramente un buon servizio che può contenere, a seconda dei nostri gusti, trasmissioni di qualità.

Per i nuovi utenti TIM fibra, TIMVision viene offerto gratuitamente. Quindi molti film e serie TV che normalmente pagheremmo con un canone mensile ci vengono dati gratuitamente da TIM al momento della sottoscrizione. Questo è un regalo gradito che aggiunge valore alla nostra nuova e fiammante linea telefonica.

Per usufruire dello streaming di TIMVision, non è necessario possedere il decoder TIMVision. Questo decoder è un dispositivo distribuito da TIM che rende il servizio più comodo perché ci basterà collegarlo al nostro TV e comandarlo con il telecomando fornito. Si tratta inoltre di un vero dispositivo Android TV che quindi ci consentirà di eseguire altre operazioni e applicazioni scaricabili dal Play! Store di Google. Tuttavia, molti di noi potrebbero non essere interessati al decoder, magari perché si preferisce vedere i film dal computer o dal telefonino. O magari perché già siamo in possesso di una macchina per lo streaming già collegata al televisore.

Durante la sottoscrizione del contratto, molti utenti che ci hanno scritto hanno specificato di non aver mai richiesto l’invio di questo decoder. Eppure, qualche giorno dopo l’attivazione della linea, si sono visti recapitare il decoder TIMVision a casa. Non ci sarebbe nulla di male se l’oggetto in questione fosse gratuito, ma così non è, perché se è vero che l’abbonamento al servizio è gratuito il decoder si paga. E si paga esattamente 3 euro al mese per 48 mesi, cifra che verrà quindi addebitata in aggiunta alla nostra bolletta per ben 4 anni.

La cosa ha l’aria di una truffa o quantomeno di una pratica scorretta, perché gli utenti presi alla sprovvista dalla visita del corriere potrebbero accettare il pacco e vedersi addebitato questo costo di acquisto di un dispositivo di cui non avevano bisogno.

Abbiamo già anticipato la soluzione al problema, che è quella suggerita da alcuni utenti che sono riusciti ad evitare questo addebito: se non volete il decoder TIMVision, e quindi non volete pagare per esso, non accettate il pacco del corriere. In questo modo verrete ricontattati pochi giorni dopo da TIM stessa che vi chiederà conferma della non accettazione dell’abbonamento.

Francamente siamo un po’ delusi da questo comportamento. Ci aspetteremmo che sia TIM a chiedere esplicitamente se vogliamo o no il decoder, invece che inviarlo a casa e poi vedere se l’utente accetta il pacco oppure no.

Autore articolo: Informazi.one

Informazi.one

Dai un'occhiata

Dove comprare la iQOS

IQOS è la nuova sigaretta elettronica di Philip Morris che, a differenza delle altre sigarette …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi